Progetto #1

IL VENTO DELLA SOLITUDINE

– Donizetti e l’Amicizia –

Amicizia e solitudine, sentimenti che Donizetti ben conosce: fin dai primi passi, durissimi, della sua parabola di successo, la compagna più fedele di vita è la solitudine di chi, come lui, fa: “Il povero mestiere del compositore d’opere”. Da solo, fa fronte a mille esigenze: il pubblico da soddisfare, i cantanti da accontentare, il vaglio della censura, una trama avvincente valorizzata dalle note. Non è però completamente solo; c’è la sua musica. Attraverso la voce dei suoi personaggi guarda all’amicizia, e con essi guarda lontano; anche la sua musica oggi è amica sincera di chiunque la ascolti. E ci è amico il geniale bergamasco che la scrisse.

 

Programma:

Johann Simon Mayr (Mendorf, 14 giugno 1763 – Bergamo, 2 dicembre 1845)
Che originali! (Sinfonia)

Domenico Gaetano Maria Donizetti (Bergamo, 29 novembre 1797 – Bergamo, 8 aprile 1848)

Duetto “Riccardo-Enrico” tratto dall’Opera “Maria di Rohan”

Roberto Devereux (Sinfonia)

Duetto “Nottingham-Devereux” tratto dall’Opera “Roberto Devereux”

Lucrezia Borgia (Prologo, Preludio ed Introduzione)

Duetto “Gerardo-Lusignano” tratto dall’Opera “Caterina Cornaro”

 

Protagonisti:

Giovanni Dragano – Tenore

Angelo Vitali – Baritono

Zabulon Salvi – Basso

Bernardino Zappa – Critico Musicale

Quintetto di Fiati “Orobie”

 

Trascrizioni per quintetto di fiati: M° Luciano Feliciani

 

coproduzione con la Fondazione Teatro Donizetti

 

INGRESSO LIBERO FINO AD ESAURIMENTO POSTI