Programma:

Johannes Brahms ( Amburgo, 7 maggio 1833 – Vienna, 3 aprile 1897)

Serenata n. 1 in re maggiore per nonetto archi e fiati, op. 11

 

Organico:

Ensemble da Camera “Alchimia”

Violino: Lorenzo Gugole Viola: Flavia Giordanengo Violoncello: Ferdinando Vietti

Flauto: Tommaso Benciolini Oboe: Gianluca Tassinari Corno: Alessandro Valoti

Fagotto: Davide Fumagalli Clarinetto: Marco Sala

Ensemble da Camera Alchimia

Ensemble da Camera Alchimia

Serenar la tempestosa mente

Dopo un periodo burrascoso trascorso a fianco dei coniugi Schumann e culminato con la morte di Robert, Brahms ritrova finalmente serenità nel principato di Lippe-Detmold, dove si dedica a lunghe passeggiate nella foresta che circonda il castello. In questo clima disteso viene alla luce la Serenata per nonetto, elegiaca e festosa, tenuta a battesimo da Clara Schumann e altri amici fidati che trascorrevano da lui le vacanze. Furono loro a suggerirgli la successiva trascrizione per orchestra, con la quale Brahms aprì nuovi orizzonti nel suo percorso di compositore.